Il triangolo del web project management

triangolo del web project management - Patrizio Romano Dell'Anna

Perfetto, veloce, a basso costo, sono concetti assoluti e fuorvianti. Ho rifatto lo schema “fast, good, cheap” seguendo la mia idea di web project management.

Questo schema, stra-condiviso sui canali social e nei blog di chi si occupa di Comunicazione nel web, non mi ha mai convinto.schema del progetto perfetto, veloce, basso costo

Sarà che lo leggo così: “Siamo bravissimi a vendere comunicazione ai tuoi clienti, ma con te non riusciamo a parlarne e farci comprendere, non sappiamo perché ma non è colpa nostra”.

Firmato: esperti di Comunicazione.

Ehm.

Cercandone le origini, sono arrivato a questa pagina su Wikipedia – wikipedia / Project management triangle – che presenta diversi altri schemi derivati da un originale Project management triangle.

Sembra la riduzione ai minimi termini di alcune buone idee e teorie che potete approfondire leggendo quella pagina. Come tale, è stato condiviso e rappresentato con commenti di rivalsa, accompagnato da affermazioni come “finalmente mettiamo le cose in chiaro con i clienti“. No. Lasciato così non chiarisce un beato ciufolo, è più che altro meme e masturbazione.

In quanto esperti e professionisti, non semplifichiamo l’aspetto più importante della Comunicazione in un giochetto da elementari. È bello scherzarci sopra, è un meme che ho avuto voglia di condividere, so di prendere il discorso dal lato più pesante, quindi concedimi il beneficio del dubbio se adesso sorvolo sull’aspetto ironico della cosa e vado alla parte seria.
Le professionalità che lavorano nel web hanno già sufficienti difficoltà a comunicare con i propri clienti, a volte a causa di convinzioni sociali che hanno il sopravvento nei committenti, o perché esistono rappresentazioni sociali che condizionano ambo le parti.

Lo schema qui sopra per essere compreso da tutti (e far divertire) – clienti in primis – ha bisogno di essere chiarito e contestualizzato, oppure rischia di diventare un’ennesima rappresentazione a senso unico delle difficoltà di fare questo lavoro, un gemello di quello che il #cuggino rappresenta per gli sventurati che gli si affidano.

Così è come potrebbe essere:

triangolo del web project management - Patrizio Romano Dell'Anna

Qui, ciascun processo del primo schema è rivisto in un’ottica di Comunicazione gestita in modo pragmatico e per obiettivi.
Necessita di spiegazione, come ogni cosa pensata per uno scopo, in questo caso facilitare la comunicazione.

Perfetto: non esiste. Funzionale sì.

Sito vetrina, web CRM, e-commerce, devono assolvere un compito, non celebrare la bellezza neoclassica; il progetto deve essere funzionale agli obiettivi.

Basso costo: quindi vi piace lavorare male. A me piace farlo con un budget sostenibile.

Ogni costo deve essere considerato sotto varie prospettive. Quella cui guarda chiunque è l’offerta di mercato, tipo questa. siti-internet-pubblicita

Quella cui guardano professionisti e imprenditori è il rapporto tra costi e benefici, in una parola sostenibile, ovvero una spesa basata su scelte mirate e accurate per ciascun servizio.

Veloce: la fretta è la virtù di tuo cuggino. Il web è fatto di tempi.

Fare le cose velocemente implica rischiare di trascurare un aspetto o affidarsi a prodotti pre-configurati – certe installazioni WordPress che contengono gigantesche insalate di plugin, ne conoscete qualcuna?
Ogni progetto va realizzato nei tempi previsti, eventualmente rivalutati in collaborazione con il tuo committente.

Cambiando i termini dello schema, invece di impedimenti otteniamo informazioni

Funzionale e nei tempi: non più “molto costoso”, si ottiene ponendo da principio degli obiettivi realistici e concordati, organizzati per priorità, definiti da entrambe le parti, committente e cliente, che si confrontano per capire le esigenze e la fattibilità.

Sostenibile e funzionale: e non “lento”, un progetto di comunicazione in cui il budget era previsto a monte, le informazioni di mercato sono state raccolte realisticamente – mi spiace, non cercando su Google – ed è previsto un Return Of Investiment (ROI) e una crescita in prospettiva.
Tempi definiti, consegne rispettate, criteri di valutazione dei costi e la possibilità di ridefinirli concordati a monte.

Funzionale e nei tempi: l’opposto della “bassa qualità” è realizzabile quando cliente e professionista si confrontano su obiettivi ed esperienze reali, concordano cosa va fatto e cosa posticipato o scartato e organizzano le tempistiche di consegna in base a delle priorità.

Il risultato: un progetto di Comunicazione sul web pragmatico, condiviso, adattabile per strategia.

Se ti ho rotto le palle, se lo schemino “fast, good, cheap” secondo te merita di restare appeso nella tua cameretta (in casa dei tuoi genitori), puoi scrivermelo qui sotto. Prometto che sarò comprensivo.